BLOG

VIAGGI E PAESI

San Daniele del friuli, fotografie di sensazioni

San Daniele del Friuli è conosciuta in tutto il mondo per la produzione del Prosciutto di San Daniele DOP e della Regina di San Daniele, la trota.

Ma non sono qui per parlarvi di questo, non troverete tradizioni antiche, microclima, venti marini e aria di montagna; il volto di questo paese che voglio raccontarvi è un altro.


Centro strategico del Friuli Collinare, San Daniele è una tranquilla cittadina posta sulla sommità di un colle dal quale è possibile godere di bellissimi panorami, da un lato verso le verdi distese della Pianura friulana, dall’altro verso le Prealpi Carniche e Giulie fino a scorgere i confini con la Slovenia. Non è nemmeno questo però l’aspetto su cui mi soffermerò, perché se da un lato scorgiamo panorami a 360 gradi, basta distogliere l’occhio da questi e girarsi verso il centro storico per scoprire le meraviglie del Duomo, i tesori della Biblioteca Guarneriana, il Portonat, l’antica chiesa di Sant’Antonio Abate o il museo del territorio

Eppure, nuovamente, non è ciò di cui vi racconterò.

San daniele del Friuli

C’è qualcosa che ho sempre trovato affascinante camminando per le vie di questo paese, qualcosa che va oltre a edifici storici, panorami o tradizione culinaria.

 

Sono semplicemente sensazioni, o meglio, la sensazione che San Daniele trasmette a chi la visita di sentirsi appartenente al popolo che la abita.

“Niente di particolare” starete pensando, non è la prima cittadina caratterizzata da questo e non sarà nemmeno l’ultima, giusto?

Sono d’accordo, ma ciò che rende tutto questo particolare e secondo me affascinante, è il fatto che questa sensazione si prova quando la popolazione di San Daniele non “affolla” le strade, quando tutto tace.

Di prima mattina per esempio, al sorgere del sole gli angoli di questo paese sono avvolti dal silenzio. Non si sentono molte voci in giro, non esiste politica, non ci sono diverse idee di pensiero contrastanti tra loro, quelle voci critiche che accomunano ogni paese di questa Nazione poggiano ancora la testa sul cuscino.

Nel silenzio che prende vita si percepisce come questo territorio conosce molto bene il suo popolo, e senza fare distinzioni se ne prende cura giorno dopo giorno, accogliendolo nelle sue meraviglie e regalando prodotti unici.

 

Per questo motivo consiglio a chiunque visiti San Daniele del Friuli in futuro di dedicare qualche minuto nelle ore in cui la città riposa per fare quattro passi nelle vie del centro, e ascoltare in silenzio ciò che questo paesino riesce a trasmettere.

San Daniele del friuli

Follow me

On social Networks